”Il ritardo nel definire il Piano nazionale per l’utilizzo dei fondi europei di Next Generation Eu comincia a pesare. Se l’Italia vuole veramente prendere per mano il proprio futuro e contribuire alla ripresa collettiva dell’Europa, serve una visione strategica chiara per far ripartire gli investimentipubblici e privati e non inutili task force con centinaia di burocratiche rischiano di essere un peso sulla ripresa”. Lo afferma in una notala senatrice Nadia Ginetti di Italia Viva, componente della commissione politiche Unione Europea di palazzo Madama.”I cittadini chiedono di superare i venti anni di inefficienze della pubblica amministrazione con i conseguenti ritardi che hanno frenato la crescita economica. Solo nuovi ed efficaci sistemi di governance possono valorizzare le risorse naturali, culturali e imprenditoriali del nostro paese. Sia del Governo e del Parlamento il compito della decisione e della scelta dei progetti e degli investimenti da realizzare, i tecnici vanno impiegati per monitorare il raggiungimentodegli obiettivi nell’impiego delle risorse europee”, conclude Ginetti.

Roma, 1 dic. (Adnkronos) –

Categorie: News